Istruzioni per fare login col "vecchio" account.

Per fare login con il vostro "vecchio" account dovete reimpostare la password cliccando su Richiedi nuova password e seguire la procedura:

  1. vi verrà chiesto di inserire il vostro nome utente o l' e-mail con cui vi siete registrati.
  2. riceverete un' e-mail con un link: cliccando avrete un accesso temporaneo al vostro account ed avrete la possibilità di inserire la nuova password.
  3. Completata la procedura sarete in grado di entrare sul sito come utenti registrati usando la vostra nuova password.

Se non ricevete e-mails da materterra.it controllate nella vostra spam box e segnalate che l'email in questione non è spam.

Importante, leggi!

PRIMA DI LEGGERE IL SITO

Siete benvenuti.
Qui, in questo momento, prima di tutto, è necessario che Mater faccia alcune precisazioni.
Sì, MaterTerra è un sito di Stregoneria, di questo vi si parla.
Essa esiste come esistiamo io e voi, è viva, ed è un'espressione spirituale e religiosa strettamente legata al paganesimo pre-cristiano sopravvissuta sotto la cenere del fuoco dei millenni fino ad oggi.

Siamo Pagani, siamo Streghe, e vogliamo parlare di questo perché si sappia che la Stregoneria, non è ciò che comunemente si associa al male fine a se stesso, ma è religione, espressione di noi stessi come uomini che dentro di se racchiudono l'umano e il divino, il bene e il male.

Ecco qual è l'obbiettivo principale di questo sito, il parlare della nostra vita, delle nostre pratiche, di ciò che ci rende felici, di quello che vediamo e sentiamo ogni giorno, di come vediamo il mondo diversamente dagli altri..

NON VOGLIAMO CONVERTIRE NESSUNO!
Semplicemente perché faremmo lo stesso sbaglio di chi per secoli ha cercato di convertire noi.
Se la tua religione soddisfa la tua spiritualità, il tuo bisogno di "divino", se trovi conforto nel tuo Dio quando ne hai bisogno, allora buon per te, continua a praticarla noi ti rispettiamo e di sicuro non proveremo a convertirti.

Quello che vogliamo fare però, è aiutare chi già sente dentro di se un certo tipo di spiritualità legata al paganesimo, perché sappiamo quanto può essere difficile e quanto soli ci si possa sentire in alcuni casi.

Non che questo sia facile, parlare di stregoneria a persone attraverso un monitor, fa si che ci si pongano diverse domande su questioni pratiche, morali e non solo.
Chi c'è davanti alla pagina che ho scritto? Chi sta leggendo di antichi misteri o più semplicemente la mia visione della vita? Cosa potranno capire? Cosa no? Fraintenderanno questa frase, alla quale non posso dare l'intonazione con la voce? E vi assicuro, decine di altre domande simili.

Prima di parlare di religione e misteri, quindi, ho voluto fare queste precisazioni perché sia chiaro, tanto per essere diretti che noi NON CERCHIAMO ADEPTI, NON VOGLIAMO FORMARE CONGREGHE O GRUPPI DI NESSUN TIPO, NON VOGLIAMO I VOSTRI NOMI, INDIRIZZI E NUMERI DI TELEFONO, in ogni contatto che avrete con noi attraverso il sito e le comunità ad esso collegate, ci conosceremo solo ed esclusivamente per nick e attraverso le nostre parole, questo perché parlando di argomenti così "delicati", consideriamo il rispetto del reciproco anonimato, la cosa più importante.

Con questo, sperando di non avervi spaventato, vi rinnovo il mio più caloroso benvenuto in questa faticosa ma bella esperienza di costruire un sito internet.

Entrate, leggete, rubate informazioni e se vi stanno bene, fatele vostre, usate il sito, la NewsLetter, venite a trovarci nel forum, lasciateci un pensiero.

Vi aspettiamo.
Mater

Mater

Non è mai facile parlare di noi agli altri, soprattutto con un mezzo come internet che anche se potente e veloce toglie a chi comunica le espressioni del viso, i toni della voce..

Sono Mater e questo è il mio sito.

Sono una donna, una figlia, sono la madre delle mie creature, sono umana e divina, sono buona e cattiva.. sono una Strega.

E questo è il mio sito, semplice e un po' "pasticciato" perché come è la mia vita, quella vera, così è il mio sito, entrambi, li so fare solo così.

Ho la fortuna di essere nata e di vivere in un luogo dove gli uomini non si sono dimenticati che chi li governa è una Madre Grande che ci parla ogni giorno a suo modo e che abbiamo imparato a riascoltare attentamente, ce ne prendiamo cura, spesso con notevole sacrificio, ma ciò che ne riceviamo in cambio, è inestimabile.

Sono Pagana, la mia divinità è questa Natura i cui eventi hanno dato origine a tutto e sono preposti alla più piccola azione della vita, dal mutare delle stagioni, al sole che sorge e che tramonta, alla nascita e alla morte.

E' una Madre che non impone, che non giudica, che non minaccia punizioni o dannazione eterna, che da tutto l'amore di cui e' capace e altrettanto merita di riceverne.

Mi sento figlia di questa Madre e parte di essa, so di avere un grande privilegio... quello di vivere!

Ogni giorno della vita e' speciale ed unico e merita di essere vissuto in modo semplice, cercando di rispettare il mondo e tutte le creature che vi abitano.

Perché Mater si è messa in testa di fare un sito?

Era da poco che possedevo un computer e proprio in rete conobbi una persona, una ragazza pagana, avvezza al mondo di internet e a tutto ciò che ne concerne.

Parlando piacevolmente per qualche sera mi accorsi della sua sensibilità, ci scambiammo alcune esperienze, mi raccontò di come aveva sofferto e di quanto si era sentita sola quando ebbe una crisi spirituale e religiosa che le cambiò la vita e che alla fine la fece approdare al paganesimo.

Io le dissi che avrei avuto molto da dire a quelli che come lei avrebbero attraversato un tale momento e che sarebbe stato un sogno, un giorno, scrivere un libro.

Lei con il suo solito entusiasmo mi disse: "Corri più veloce, arriva in un attimo in tutti gli angoli dal mondo, fai un sito"!

Io le risposi che non ero capace e lei disse: "Ti aiuto io"!

Non era capace neanche lei.

MaterTerra nacque ugualmente, e l'ho sempre considerato un sogno ambizioso anche se vicino a molti altri siti costruiti a regola d'arte, può sembrare fin troppo semplice, però dentro c'è davvero Mater e nient'altro.

Scriverò ciò che ho imparato dalla Natura e da chi mi ha preceduto nell'amore per essa, in queste pagine.

Questo perché come dicevo altrove sarebbe giusto che il mondo cominciasse a considerare il paganesimo come un'espressione della religiosità delle persone e non una rara malattia infettiva da fuggire e da estirpare dal mondo.

Non sono una leader, una santona o una trascinatrice di folle, non mi interessa "fare utenti", non voglio insegnare alle persone come vivere la propria vita, perché non è giusto e poi perché non lo so fare, posso solo mettere a disposizione delle informazioni, credendo fermamente in esse e sperando davvero che siano utili.

Ecco sì, questo è lo scopo di MaterTerra.

Prima di continuare, clicca su: "IMPORTANTE, LEGGI" sempre in questa pagina.

Grazie grazie.

Mater

La dea Minoica dei serpenti

Molti considerano la cultura minoica, che si sviluppò a Creta, la prima cultura "evoluta" d'Europa.

Benchè si conosca poco di tale cultura gli studiosi sono inclini a pensare che la donna avesse un ruolo preminente in questa civiltà, ben diverso dallo stereotipo di creatura inferiore e sottomessa all'uomo; questa linea di pensiero deriva dal fatto che il nume principale della religione minoica era la Grande Dea o Dea Madre, sicuro indizio di una religione non ancora trasmutata dagli originali culti di fertilità e creazione intesi come attributi prettamente femminili.

La lamentazione funebre

In quel complesso sistema di riti, comune a tutte le culture religiose, antropologicamente definito "culto dei morti", ha rivestito in passato un particolare spazio la lamentazione funebre; una caratteristica forma di cordoglio diffusa tra diversi popoli stanziati nel bacino del Mediterraneo...

Un grazie di cuore a Mylius per l'articolo.

Nocino casalingo

Intiorno al solstizio d'estate, raccogliete 30 noci verdi con il mallo (la scorza esterna).

Mettetele a macerare in un litro di alcool a 90 gradi, al buio per tre mesi con una stecca di cannella, chiodi di garofano (fra i tre e gli otto) e qualche chicco di caffè (fra i quattro e gli otto).

Passati i tre mesi fate bollire un litro d'acqua e molto zucchero (non meno di dodici cucchiai da cucina), in maniera da ottenere uno sciroppo non troppo vischioso.

Si incorpora lo sciroppo con l'alcool e si lascia riposare il tutto per altri due mesi, poi si filtra, si tolgono le noci e le spezie, e si gusta!

Un'altra idea è il "secondo nocino", più leggero e più da aperitivo.

Ssi fanno macerare le noci usate per il primo nocino con una bottiglia di vino bianco fermo buono oppure con una bottiglia di vermuth bianco, anche questo è una delizia.
LucreziaStella

Breve storia dei Tarocchi

"A quel punto, sulla tavola appena sparecchiata, colui che pareva essere il castellano posò un mazzo di carte da gioco. Erano tarocchi più grandi di quelli con cui si gioca in partita o con cui le zingare predicono l'avvenire, e vi si potevano riconoscere a un dipresso le medesime figure, dipinte con gli smalti delle più preziose miniature. Re regine cavalieri e fanti erano giovani vestiti con sfarzo come per una festa principesca; i ventidue Arcani Maggiori parevano arazzi d'un teatro di corte; e coppe denari spade bastoni splendevano come imprese araldiche ornate da cartigli e fregi."

Italo Calvino - Il castello dei destini incrociati

Tonico all'aceto di lavanda

INGREDIENTI

150 gr di lavanda

1/2 litro di aceto di mele   

Scorza di limone

Pestare la lavanda fino a polverizzarla quindi versarla in una bottiglia di vetro (possibilmente scuro) nella quale avrete già versato l'aceto e un pezzetto di scorza di limone.

Lasciare riposare il tutto per 15 giorni al buio.

Si conserva in una bottiglia scura per tre mesi...

Le storie del Mirto

Il Mirto (Myrtus Communis L.) è una pianta della famiglia delle Myrtaceae.

La pianta del mirto si trova in forma cespugliosa con una altezza di circa due metri, fiorisce in Giugno con tanti fiorellini bianchi.

È da sempre legato alla femminilità, molti nomi di amazzoni ed eroine greche hanno la radice "Myrto". 

Il mirto è associato a Venere quindi all'amore, alla passione ma anche all'oltretomba e non c'è nulla di contraddittorio in questo, in quanto la morte è il naturale passaggio ad un'altra vita.

Molti miti sono collegati a questo arbusto, la leggenda di Myrsine, di Erostrato e quella di Dionisio e Semele.

Avere fegato

Nella vita e nel mondo moderni , in special modo in Italia, l’insegnamento che viene dato ai nostri bambini è quello di stare attenti, di non parlare con gli sconosciuti, di non dare confidenza, di fare attenzione a tutto e a tutti.

Si tende a vivere la propria vita sotto una campana di vetro, in pantofole, al riparo nella propria tana, e si cerca di correre meno rischi possibili in modo da vivere una vita più lunga ma anche più insulsa e anonima.

Si è scelto, generalmente parlando, di vivere i 100 giorni da pecora piuttosto che il giorno da leone, scelta quest’ultima che or ora non viene più presa in considerazione ma che portò eroi come Achille ad essere ricordato nei secoli.

Bisogna qui fare però una distinzione tra il coraggio e l’incoscienza...

Tormalina

La Tormalina è stata tenuta in considerazione fin dall'antichità non tanto per il valore della pietra in se ma per i poteri magici, primo fra tutti quello di aiutare nella comunicazione con le forze invisibili. In generale questa pietra ha la proprietà di condurre le energie per cui, indossata, amplifica le vibrazioni del corpo...

Le feste di Dicembre nell'antica Roma

Calendario Romano

Pietas (festa di Pietas) 1 dicembre

Neptunus (festa di Nettuno) 1 dicembre

Bona Dea (festa di Bona Dea) 3 dicembre

Faunalia Rustica (festa di Faunus) 5-8 dicembre

Tiberinalia (festa di Tiberinus e Gaia) 8 dicembre

Septimontium Agonalia 10-12 dicembre

Sol Indiges (dedicazione del tempio del Sol Indiges) 11 dicembre

Ianus (festa di Giano) 11 dicembre

Tellus (dedicazione del tempio di Tellus) 13 dicembre

Consualia (festa di Conso) 15 dicembre

Fortuna redux (festa di Fortuna Redux) 15 dicembre

I Saturnali 17-23 dicembre

Opalia (festa di Ops) 19 dicembre

Divalia (festa di Dia) 21 dicembre

Angeronalia (festa di Angerona) 21 dicembre

Larentalia (festa di Acca Larentia) 23 dicembre

Sol Invictus (dedicazione del tempio di Sol Invictus) 23 dicembre

Brumaia (Il giorno più breve dell’anno) 23 dicembre

Dies Natalis Solis Invicti

Pagine