Il decoupage

Innanzitutto vorrei chiarire un equivoco comune, il decoupage non è incollare della carta su di un supporto, magari dandoci sopra una pennellata di vinavil e lasciando il tutto bello appiccicoso.

È una tecnica che richiede moltissima pazienza e il risultato deve ricordare un intarsio.

Quando passate il dito sulla superficie non dovete più percepire il ritaglio applicato!

Gli oggetti

Le superfici più semplici da lavorare sono il legno, il cartoncino rigido (quello bello duro e spesso) e quegli oggetti in alluminio già trattato che trovate nei negozi di bricolage.

Queste superfici sono naturalmente porose e possono essere lavorate ad acqua.

Gli oggetti in plastica o in vetro invece possono essere lavorati ad acqua solo se precedentemente preparati oppure se si utilizzano materiali a base di solvente.

Per chi volesse decorare una superficie non porosa: prendete un fondo da miniatura, si chiama "primer" e lo trovate nei negozi di modellismo, esiste grigio, nero e bianco.

Quello grigio è neutro rispetto ai colori che vi applicherete sopra.

Il migliore a mio parere è in versione spray, è molto più facile ottenere una superficie omogenea.

Il primer farà presa su qualunque superficie creando un substrato poroso sul quale potrete utilizzare la pittura ad acqua.

Acqua o solventi?

Vi dico subito che per me esistono solo i materiali ad acqua per due motivi fondamentali:

1) non ti intossichi anche se lavori in uno sgabuzzino;

2) si asciugano in tempi neppure paragonabili ai materiali sintetici.

Per intendersi, uno strato di vernice ad acqua si asciuga al tatto in 10 minuti e bene in 30'.

Uno strato di vernice sintetica in un paio d'ore... da quello che leggerete vi renderete conto di quanto questo particolare non sia affatto trascurabile!

Il materiale

Oltre all'oggetto da decorare avrete bisogno:

-Colori ad acqua di vostra preferenza (tempere, acquerelli, acrilici)

-Pennelli per dipingere

-Carta da regalo, ne esistono anche di apposite nei colorifici un po' forniti. (Per chi sta a Milano posso fornire un paio di indirizzi doc)

-Vinavil o altra colla vinilica

-Pennellino da usare solo per la colla (anche un paio se pensate di applicare soggetti di dimensioni molto diverse tra loro)

-Forbicine, meglio se una curva e una dritta

-Flatting per barche ad acqua (un bel barattolone vi dura anni)

-Pennello piatto di dimensioni medie per il flatting

-Carta vetrata sottile (non quella nera per carteggiare il legno però, quella è un po' troppo sottile...)

Non vi spaventate per la quantità di materiale.

Si possono trovare soluzioni economiche, magari molti oggetti sono già in casa, altri si possono trovare in quei negozi dove vendono tutto a 1€

La cosa più costosa è il flatting, ma come dicevo prima dura moltissimo!

Iniziare

Scegliete l'oggetto e decidete prima di tutto le decorazioni che volete applicare.

In conseguenza di queste due cose scegliete il fondo da fare.

Potreste anche decidere di lasciare il legno naturale se è bello e il disegno si presta.

Qui mi concentrerò sul decoupage in se stesso.

Se avete un po' di manualità o di esperienza di pitture sfogatevi pure.

Se non vi sentite sicuri scegliete il fondo neutro o tinta unita almeno all'inizio.

Procedete quindi con la pittura del fondo.

La tecnica

ccome è meglio aspettare almeno mezza giornata affinché il colore sia asciutto al di là di ogni sospetto nel frattempo potete ritagliare la carta.

Inutile dire che più il decoro è piccolo e arzigogolato, più è difficile ritagliarlo a regola d'arte. Siate precisi e non lasciate pezzetti bianchi attorno al disegno.

A questo punto, se la pittura è perfettemente asciutta potete procedere all'incollaggio.

Incollare Sciogliete in due/tre parti di acqua una parte di colla vinilica.

Con il pennellino scelto applicate uno strato omogeneo e non eccessivo di colla sul retro della figura.

Partite sempre dal centro del decoro a stendere la colla procedendo a raggera dal centro verso l'esterno stando ben attenti di coprire perfettamente tutti gli angoli.

Applicate la decorazione dove prescelto sull'oggetto accostando per prima la parte centrale, quindi, con una pezzolina bianca partite dalla parte centrale e premete andando verso l'esterno per far uscire bene l'aria.

Attenzione a bolle e pieghe.

Anche in questo caso attendete almeno mezza giornata, ma un giorno è meglio.

Se la colla non fosse ben asciutta stendendovi sopra la vernice il decoro si alzerebbe.

Verniciare Prendete il flatting, se fosse troppo denso lo potete allungare con un po' d'acqua, magari basta solo bagnare bene il pennello.

Date 5 mani di vernice su tutto l'oggetto, nel caso di una scatola valutate voi se è il caso di passarla anche all'interno.

Tra uno strato e l'altro aspettate una decina di minuti. 

questo punto aspettate almeno una mezza giornata.

Prendete un pezzetto di carta vetrata e con delicatezza iniziate a passarla sul decoro partendo dal centro e arrivando a spolverare tutta la superficie del decoro e solo del decoro con piccoli movimenti circolari.

Passatevi sopra uno straccetto pulito per eliminare i residui, questo andrà fatto ogni volta che scartavetrate.

Ora dovrete dare un'altra mano di flatting. In questo caso se anche prima aveste deciso di passare la vernice all'interno dell'oggetto ora non fatelo più, anzi state ben attenti alle cerniere e agli incastri che altrimenti non si chiuderebbero più.

Questa operazione, vernice, carta vetrata, ripulitura, va ripetuta una ventina di volte, ma con carte grosse potrebbero volerci più strati, in pratica fino a quando non si sente più il dislivello tra il decoro e la superficie dell'oggetto.

Quando siete soddisfatti chiudete con una o due mani di flatting senza più scartavetrare.

Fuoco di Drago